Remember, remember the Fifth of November…

  Chi di voi non ha mai sentito questa filastrocca?

«Remember, remember the Fifth of November,

The Gunpowder Treason and Plot,

I see of no reason

Why Gunpowder Treason

Should ever be forgot.

Guy Fawkes, Guy Fawkes, t’was his intent

To blow up King and Parliament.

Three-score barrels of powder below

To prove old England’s overthrow;

By God’s providence he was catch’d

With a dark lantern and burning match.

Holloa boys, holloa boys, let the bells ring.

Holloa boys, holloa boys, God save the King!»

Era proprio il 5 novembre del 1605 quando un gruppo di cattolici capeggiati da Robert Catesby e di cui faceva parte Guy Fawkes tentarono di dare alle fiamme il Palazzo di Westminster all’interno del quale c’era Giacomo I d’Inghilterra (che reprimeva i cittadini cattolici). Scoperto e sventato il tentativo di incendio, i cospiratori vennero in seguito bruciati. Dopo la repressione della congiura, il 5 novembre 1605 i londinesi furono incitati a festeggiare la fuga e il salvataggio del re con fuochi d’artificio. Un Atto del Parlamento emanato lo stesso giorno designò il 5 novembre come un giorno di ringraziamento per la “gioia del soccorso”.

A tutt’oggi ogni anno I cieli d’Inghilterra e quelli di altre colonie inglesi si infiammano con fuochi d’artificio e falò con fantocci simbolo dei cospiratori vengono accesi ,a ricordare il pericolo scampato e l’esecuzione dei cospiratori.

Dove ammirare i fuochi d’artificio quest’anno? Il Time-Out ci racconta i fuochi area per area. Enjoy!

 

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*