Record Store Day, il futuro della musica è oggi

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=qBTMe8p_Pxw&feature=player_embedded#!]

Il futuro della musica? E’ oggi.

A Londra, come in altre grandi città del mondo, (e sì … anche in Italia) oggi 20 aprile si celebra il Record Store Day, la giornata dei negozi di dischi, perché la musica deve continuare.

Se amate la musica pirata potete rimanere a casa, o magari farvi un giro in centro, ma se siete invece tra gli amanti della musica con la M maiuscola, collezionisti di dischi e feticisti del vinile, bè oggi cancellate qualsiasi altro impegno, approfittate del sole (se durerà, chi lo sa) e buttatevi nella folla. Esclusivi vinili verranno venduti nei negozi di musica indipendenti sparsi nella città, mentre molte saranno le venues dove musicisti e bands suoneranno dal vivo per celebrare questa giornata e sottolineare l’importanza della musica.

Se gli ultimi anni hanno visto l’industria musicale soffrire di una crisi forte, dovuta principalmente all’acutizzarsi del fenomeno della pirateria musicale, le statistiche Uk sono confortanti: nel 2012 sono stati venduti il maggior numero di vinili (389.000) fin dal 2004 e il primo quadrimestre 2013 ha visto un incremento delle vendite del 78% in più, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il Record Store Day è nato nel 2007 dall’idea di un commesso di un negozio di dischi americano, proprio per sottolineare l’importanza della musica e dei vinili e attraverso musicisti di fama internazionale si è diffuso in tutto il mondo.

Paul Weller, The Strypes, Frank Turner sono solo alcuni dei grandi nomi che insieme ad altre decine di musicisti che con performances dal vivo si esibiranno oggi in giro per una Londra che si sa, della musica si fa bandiera.

Previsto oggi il rilascio in dvd del documentario Last Shop Standing: The Rise, Fall and Rebirth of the Indipendent Music Shop di Pip Piper. Ispirato al libro di Graham Jones, in Italia pubblicato con il titolo Il 33 giro, gloria e resistenza dei negozi di dischi, il video, attraverso le voci autorevoli di chi la musica “la fa”, ripercorre le fasi gloriose dei negozi di musica indipendenti, il loro declino e la rinascita.

Se anche voi siete tra quelli che alla parola musica associate l’immagine del vecchio vinile, uscite e cercate il posto giusto per voi, oggi è la vostra giornata.

2 Commenti su Record Store Day, il futuro della musica è oggi

  1. Bel post. Viva il Vinile!! :) Marco

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*